Conan il Conquistatore

Quello che colpisce di più è il meccanismo assolutamente ad orologeria del romanzo, perfetto in ogni più piccolo particolare.

In altre storie di Howard Conan è più divertente come personaggio, soprattutto nel periodo in cui è un giovane avventuriero, e in questo romanzo non ci sono antagonisti realmente memorabili né costruzioni fantastiche o esotiche particolarmente affascinanti – siamo comunque abbondantemente sopra la sufficienza per chi ama il genere e conosce Conan, e l’intrattenimento è garantito, fra battaglie, inseguimenti, magia e cospirazioni.

Quello che funziona realmente è la costruzione dell’intreccio, con ogni filo che spontaneamente e senza fatica sembra riunirsi agli altri, costruendo un racconto della giusta lunghezza in cui tutti gli elementi necessari hanno il loro giusto peso, senza forzature.

Facebook Comments

Un pensiero su “Conan il Conquistatore

  • 22/08/2012 in 17:43
    Permalink

    Riletto e commentato su Anobii a novembre del 2010.

    Rispondi

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:

Questo sito usa cookie o permette l'uso di cookie di terze parti per una vasta serie di funzionalità, senza le quali non potrebbe funzionare con altrettanta efficacia. Se prosegui nella navigazione, scorri questa pagina, clicchi sui link presenti nel sito, commenti un contenuto, condividi una pagina o un articolo, scarichi un file, visualizzi un video o utilizzi un'altra funzione presente su questo sito stai probabilmente attivando un cookie e acconsenti quindi implicitamente all'utilizzo di cookie. Per capirne di più o negare il consenso leggi la cookie policy - e le informazioni sulla osservanza della GDPR

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi