Currently browsing category

Il pensiero

Morire di disperazione

L’Economist ha un articolo interessante sulle cosiddette “morti di disperazione”: l’accrescersi anno dopo anno, in maniera lenta ma stabile, delle morti per suicidio, overdose o malattie collegate all’alcolismo fra la popolazione bianca di mezza età degli Stati Uniti, un fenomeno che non si riscontra in altri paesi. Lo traduco perché è breve ma …

Sempre meno libertà nel mondo

Traduco da Visual Capitalist un pezzo che accompagna alcune rappresentazioni grafiche dello stato della libertà del mondo. Un riassunto del pezzo potrebbe essere: «Non c’è molto da stare allegri», ma l’elemento interessante non è tanto quello quanto il fatto che la cosa, a quanto pare, peggiora anno dopo anno da parecchio tempo. …

E nessuno chiudeva la porta

Questo pomeriggio, come sempre dopo pranzo, a casa era accesa la radio e ascoltavamo Radio3, per la precisione Fahrenheit. Si parlava del rapporto Oxfam diffuso oggi, l’articolo di inquadramento della loro campagna Un’economia umana per il 99%, dove il 99% sarebbero le persone normali e l’1% quella minoranza di super-ricchi …

L’ottimista e il pessimista

Una delle letture più stimolanti che potete fare in questo momento è l’annuale dibattito fra Bruce Sterling e Jon Lebkowsky sullo “stato del mondo” 2017, ospitato da The Well. Lo so che lo consiglio ogni anno, ma quest’anno lo trovo particolarmente interessante e ho deciso di mettermi di buzzo buono …

Nel gorgo di Mantinea

Ci sono frasi di cose studiate da ragazzi che rimangono impresse, chissà perché. Per esempio io ricordo che nel mio libro di storia del ginnasio compariva l’espressione: «… nel gorgo di Mantinea…». La storia greca antica non è esattamente il mio forte, ma Mantinea mi è rimasta impressa: l’Ultima Battaglia, …

L’orologio fermo

Sono di fretta ma mi chiedevo, stamattina: ma tutti questi che sono molto impegnati a spiegare che ad Aleppo non è proprio così e l’imperialismo USA e i terroristi islamici e la stampa asservita e Putin in realtà non è proprio vero e la Russia legittimamente difende e così via. …

L’analfabetismo è politico, non costituzionale

Ieri, esasperato da decine di contatti Facebook che, tutti nello stesso modo, credendosi tutti uniformemente più furbi e spiritosi del resto del mondo, postavano commenti tutti esattamente uguali, probabilmente concepiti nell’unica stanza di un social media manager particolarmente abile, irridendo, con questo loro sarcasmo in fotocopia, gli avversari di parte politica (nel caso specifico quelli che, …

Ma esattamente…

DISCLAIMER: questo post non è rivolto a chi ha votato SI al referendum (ci mancherebbe altro) ma a quelli che hanno votato SI e ci sono rimasti male per aver perso. Ma non semplicemente male, ma male male male. Se avete pubblicato cose tipo e adesso che avete sfasciato il Paese pensateci voi, o avete citato nella …

La scienza non ha fallito…

…ma certo non fa una vita facile. Ho trovato su FiveThirtyEight un interessante articolo sul metodo scientifico: niente di trascendentale, tutte cose che si dovrebbero sapere già ma che non sono particolarmente discusse, mi pare, nelle frequenti zuffe fra vaccinisti, antivaccinisti, scettici di professione, fautori di cure alternative, nemici della scienza …

Andiamoci piano (commenti pelosi)

Amici, andiamoci piano. Lo so che l’elezione di Trump è uno shock però, ecco, andiamoci piano. Andiamoci piano, per esempio, a parlare di lotta di classe.No, non è un pezzo satirico. Scrive veramente Non è stato scontro politico, è stato scontro di classe, uno scontro di classe alla rovescia con i lower-income, …

Col senno di poi

Avevo da parecchio tempo da tradurre un articolo di Michael Moore (quello di Columbine) che in tempi non sospetti sosteneva che Trump avvrebbe vinto: non mi sono mai deciso perché non avevo tempo e poi perché mi pareva di dedicare alle elezioni americane un’attenzione spropositata – nei temini di questo blog, ovviamente. …

Sadducei adolescenti

Domenica a Messa la liturgia della Parola proponeva con forza il tema della vita eterna. Era già evidente nella prima lettura, presa dai Maccabei, e nella fede nella resurrezione dei pii ebrei martirizzati da Antioco, e trovava il suo compimento nel Vangelo (Mt 22,23-32). In quello stesso giorno vennero a lui dei sadducei, i …

REBLOG: Populismi? Forse no…

Un pezzo davvero interessante di Fahreneit di ieri: con Roberto Escobar,  docente di Analisi del linguaggio politico nell’Università di Milano e di Dottrina dello Stato nell’Università di Bologna, Gabriele Pedullà, critico letterario e scrittore, e Sara Gentile che insegna Scienza Politica e analisi del linguaggio politico all’Università di Catania.

Questo sito usa cookie o permette l'uso di cookie di terze parti per una vasta serie di funzionalità, senza le quali non potrebbe funzionare con altrettanta efficacia. Se prosegui nella navigazione, scorri questa pagina, clicchi sui link presenti nel sito, commenti un contenuto, condividi una pagina o un articolo, scarichi un file, visualizzi un video o utilizzi un'altra funzione presente su questo sito stai probabilmente attivando un cookie e acconsenti quindi implicitamente all'utilizzo di cookie. Per capirne di più o negare il consenso leggi la cookie policy

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close