Currently browsing category

Strange days

Galateo per avvocati (e clienti)

Ho visto da poco sull’Unione che la presidente dell’Ordine degli Avvocati ha sentito il bisogno di richiamare gli iscritti al contegno – per esempio niente vestitini succinti o bermuda e ciabattine – compreso il rispetto di imputati e clienti: Non è proprio della funzione sociale della professione che svolgiamo utilizzare …

Gli Irochesi e Casapound

Nella contemporaneità strani nomadismi si incrociano Le bacheche di molti miei contatti di Facebook sono piene di considerazioni sulla piccola aggressione messa in scena da un paio di esponenti di Casapound  di Roma allo stand della casa editrice Shockdom (quella che pubblica anche Eriadan) durante la recente fiera del fumetto Romics. Non ho granché …

Olocrazia e ciabatte

In occasione dell’inserimento di Mimmo Lucano nell’elenco delle personalità eminenti del 2016 mi sono fatto un giro sul sito di Fortune. Ho scoperto che la rivista pubblica anche un elenco delle peggiori fra le personalità dell’anno: fra loro mi ha molto interessato la figura di Tony Hsieh, il visionario amministratore delegato di Zappos, …

Bambini e pistole

Non so se la settimana scorsa avete visto passare da qualche parte la notizia che riguarda Jamie Gilt. Chi è Jamie Gilt? Questa. Bella figliola, no? Molto fotogenica. Tanto che è diventata famosetta, negli USA, come testimonial delle varie campagne a favore del diritto a portare armi, nonché piccolo idolo …

La dirittura morale di Google

Il mio amico Domenico Licheri mi manda spesso autentiche perle della stampa inglese, che io non riesco mai a passare qui sul blog (è da maggio scorso, per esempio, che sto preparando il racconto di una storia bellissima di integratori energetici e femminismo). Quella che segue è la traduzione di un articolo …

Dura vita per i librai

Mi ero segnato da un paio di giorni di rilanciare un articolo di Mashable (la notizia è uscita comunque ovunque) riguardo al fatto che da qualche tempo a Hong Kong scompaiono i librai. Non nel senso che chiudono i negozi di libri: scompaiono proprio i librai, nel senso che escono di casa e …

La musica dei colori

Segnalo un cortometraggio molto interessante trovato casualmente in rete. Si racconta di una ragazzo, Neil Harbisson, nato con una rara malattia che lo rende cieco ai colori. Neil ha una “antenna” collegata a un chip installato nel suo cranio che “traduce” le varie sfumature di colore in suoni di tonalità diverse. …

Da PornHub alla Sardegna

Immagino che la maggior parte di coloro che leggono il blog sappia che è in corso una polemica, che comprende anche la minaccia di azioni legali, fra il Consorzio del Parmigiano Reggiano e il sito porno PornHub (si sa che la globalizzazione crea strani miscugli). Il sito sta lanciando un …

La famosa prostituzione svedese

Patrick Rothfuss, uno scrittore fantasy che è già comparso altre volte su questo blog, ha segnalato recentemente un articolo de The New Republic nel quale si discutono i pregi e i limiti di diversi sistemi di legalizzazione (o regolamentazione) della prostituzione. Per quanto avessi trovato interessante l’articolo non avevo pensato di tradurlo. Poi, …

Modelli matematici

Ricorderete che tempo fa ho raccontato del giocatore di football americano che è anche un matematico di valore, John Urschel. Scopro adesso da un articolo recente del Guardian (ma la storia va avanti da marzo) che si trovano matematici in altri posti improbabili, per esempio voi non direste che il tizio qui sopra …

REBLOG: Prigioni del futuro

Rilancio un articolo de Il Post (che traduce un articolo de The New Yorker) in cui si racconta la rocambolesca storia di Tavon White, capo della gang americana Black Guerrilla Family, e di come controllasse il carcere in cui era rinchiuso – grazie anche alla complicità delle donne guardie penitenziarie della prigione.

Sigarette, proiettili e censura

Conquistato da Adam Wild, giunto ormai al quinto numero uno più bello dell’altro, attendo con ansia la nuova miniserie di Gianfranco Manfredi, Coney Island, ambientata all’epoca del Proibizionismo. Ieri Manfredi ha pubblicato in anteprima la (bella) copertina del primo numero. È questa e poi, come sovrappensiero, ha aggiunto: «Suppongo che nella cover …

Questo sito usa cookie o permette l'uso di cookie di terze parti per una vasta serie di funzionalità, senza le quali non potrebbe funzionare con altrettanta efficacia. Se prosegui nella navigazione, scorri questa pagina, clicchi sui link presenti nel sito, commenti un contenuto, condividi una pagina o un articolo, scarichi un file, visualizzi un video o utilizzi un'altra funzione presente su questo sito stai probabilmente attivando un cookie e acconsenti quindi implicitamente all'utilizzo di cookie. Per capirne di più o negare il consenso leggi la cookie policy

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close