Cose da fare a Cagliari almeno una volta nella vita

Un articolo carino sul blog dell’osservatore baggiano mi ha fatto ricordare che anni fa, dopo aver scoperto che esisteva il libro 101 cose da fare a Milano almeno una volta nella vita, anche il gruppo “La Pira” aveva iniziato a stilare il suo elenco di “cose da fare a Cagliari almeno una volta nella vita”. Ve lo ripropongo con minimi aggiustamenti, ricordandovi che è del 2009 e quindi forse qualcosa non torna più del tutto (o forse no): dove possibile ho anche mantenuto le espressioni originali e il linguaggio da mailing list.

P.S. Ovviamente l’osservatore baggiano ha torto sulla Ichnusa: lo dico io prima che Andrea Salidu, scettico residente di questo blog, me lo faccia notare.

P.P.S. Scopro che in rete si trovano altri elenchi di cose da fare a Cagliari. Sono buoni, ma quello del gruppo “La Pira” secondo me è migliore!

P.P.P.S. Non siamo mai arrivati a centouno. Se qualcuno ha le sue proposte, scriva pure qui sotto, nei commenti, oppure dica quelle che preferisce fra le nostre proposte (o quelle che toglierebbe).

E adesso andiamo a incominciare.

  1. Fare la spesa al mercato di San Benedetto
  2. Bersi un caffé a un baretto  del Poetto guardando il mare
  3. Fare una passeggiata fra i bastioni e il Terrapieno
  4. Mangiare gli spaghetti ai ricci dai ricciai
  5. Un pranzo da Balena
  6. Coccodrillare nelle secche del Poetto nei pomeriggi di fine estate
  7. Ammirare il panorama dalla cima del Monte Urpinu
  8. Far colazione da Genovese la domenica mattina
  9. Mangiare la pasta siringa di Chez les Negres a Carvevale
  10. Andare in un terrazzo a guardare i fenicotteri passare sui tetti della città al tramonto
  11. Salire fino in cima alla torre dell’Elefante
  12. Andare al Museo Archeologico
  13. Andare al museo degli ex-voto di Bonaria
  14. Camminare per la città col naso all’insù… facendo attenzione a non inciampare però. A me a volte mi sembra di scoprire una nuova Cagliari guardando gli ultimi piani di certi palazzi …
  15. Un giro a Tuvixeddu
  16. Guardare l’alba dalle saline di Macchiareddu, uno spettacolo impagabile
  17. Passeggiata al Giardino Pubblico, ma soprattutto visita alla Collezione Ingrao
  18. Sul giardino pubblico aggiungo: arrampicarsi sui giganteschi ficus
  19. Gironzolare tra le bancarelle del marcato di Sant’Elia la domenica
  20. Vedere un’opera lirica all’Anfiteatro
  21. Guardare quanto è bello lo skyline arrivando o partendo in nave
  22. Cenare a lume di candela col tuo partner all’Archibugio
  23. Passeggiare la sera tarda d’estate a Marina Piccola
  24. Aspettare il ritorno di Sant’Efisio (ma anche la festa del primo maggio, va!)
  25. Partecipare alla vestizione di Carlo Felice quando il Cagliari vince qualcosa
  26. Assaggiare i gelati di Aresu
  27. Cena a base di pesce al Villaggio Pescatori
  28. Mangiare un panino caddozzo ai caddozzoni del Poetto (possibilmente arrivando con la golf GTDi con minigonne e spoilerone, impianto Bose a 600w a manetta, camicia aperta e cadenazzo d’oro)
  29. Guardarsi una partita del Cagliari in distinti (coi tifosi che inveiscono contro l’albitro e i guardalini: albitro!  ammonilo… espulgilo! o guardalino …su bratzu cancarau cun cussa banderina… sticchindicedda in …!)
  30. Mangiare le “zeppole” calde calde alla pasticceria Golfo degli Angeli in via Castiglione
  31. Sentire i cori il Venerdì Santo a San Giacomo
  32. Passeggiare per le viuzze di Castello
  33. Quando stavo a Verona e Milano avrei dato metà dello stipendio per un vassoio di pizzette (di sfoglia, NdRufus), che lì manco sapevano cosa fossero!
  34. Visitare le grotte sotterranee in vico Merello
  35. Vedere le grandi cisterne dell’Orto dei Cappuccini e dell’Orto Botanico
  36. Prima visitare l’Orto Botanico!
  37. Girare per le grotte e i cunicoli sotto la Passeggiata Coperta
  38. Ammirare Molentargius da Monte Urpinu
  39. Guardare il panorama dal colle di San Michele e poi una sosta al ristorante con grande vista sulla città di Cagliari
  40. Salire sul colle di Sant’Elia
  41. Una domenica coi bambini al parco di Monte Claro
  42. Mangiare una pizzetta alla Pizzetta d’Oro (meglio tre)
  43. Un giro in barca nel golfo
  44. Costeggiare in barca la Sella del Diavolo
  45. Salire per l’ultimo tratto di via Is Mirrionis e quando arrivi, stremato, a Buoncammino il panorama che ti si apre davanti
  46. Girare per Villanova la notte, parlando di politica
  47. Scoprire cos’è la Prosopis torquata
  48. Ammirare gli alberi di Giuda e la jacarande in fiore
  49. Un giro dentro Molentargius
  50. Prendere un caffé al bar del museo della Cattedrale, ammirando la città
  51. Prendere un mojito al Bastione, per vedere l’effetto che fa
Facebook Comments

22 pensieri riguardo “Cose da fare a Cagliari almeno una volta nella vita

  • 21/03/2013 in 13:25
    Permalink

    52. Vedere Cancioffali che brucia l’ultimo giorno di carnevale
    53. Fare una passeggiata al mercatino del Bastione la domenica mattina (ma esiste ancora il mercatino?)
    54. Comprare e mangiare la rosetta soffiata al forno Argiolas in via della pineta
    55. Attaccarsi alla ringhiera dell’anfiteatro e “ascoltare” da fuori il concerto di turno
    56. Fare “due vasche” in via Manno e via Garibaldi

    e tanto altro…

    Risposta
  • 21/03/2013 in 15:22
    Permalink

    57: mangiare da lilliccu e ascoltare il tipo che suona la chitarra
    58: mettersi in fila nel palazzone di sant’elia per comprare i porri e leggere l’antichissima scritta “igustu palazzu deppiri pottai arrispettu po mei”
    59: sfidare i veterani del biliardino de “la lanterna rossa” la domenica pomeriggio in inverno ( nessuno nella storia ha mai battuto il rockabilli col ciuffo e gli occhialini)e vedere le magie che scaturiscono dalle stecche e dalle bocche di questi fenomeni
    60: andare in curva nord insieme agli sconvolts e cantare : “CAGLIARI GOOOOOLLL,CAGLIARI GOOOOOLLL”
    61:guardare il panorama del porto seduto su una panchina dei giardinetti di bonaria
    62: andare al cimitero di bonaria e cercare il loculo aperto dal quale si vede la bara mezzo scassata……farlo di notte per i piu’ coraggiosi
    63: fare un tuffo da cala fighera

    tante cose bellissime purtroppo non si possono piu’ fare: mangiare un panino africano e ascoltare la tromba del titolare, passare il pomeriggio al poetto buttato sul bagnasciuga con la bassa marea, vendere la domenica al mercatino del bastione…….

    Risposta
    • 24/05/2016 in 18:32
      Permalink

      il panino africano è ancora aperto, si trova in una traversa di via dante ed è la fine del mondo

      Risposta
  • 21/03/2013 in 17:34
    Permalink

    57. Una passeggiata al Poetto nelle mattine fredde ma serene d’inverno
    58. Scalare la Sella del Diavolo per fotografare il “solito” panorama saline-poetto-marina piccola, “solito” ma ogni volta diverso
    59. Guardare la città e il porto dal Fortino di Sant’Ignazio
    60. Accompagnare gli amici che vivono fuori a fare un giro nei posti più naturali (eppure così interni alla città) e ammirare lo stupore nei loro sguardi
    61. Tornare a Cagliari dalla SS 195 nei pomeriggi luminosi per ammirare le falesie bianche (vabbè, questo era prima delle Zunk Towers…)
    62. I cumuli di sale delle Saline Contivecchi (con lo sbiadito ricordo di quelli di Molentargius)
    63. Girare nel marasma di Monumenti aperti
    64. Vedere le fioriture di Sedum caeruleum sulla Sella del Diavolo

    Risposta
  • 21/03/2013 in 19:34
    Permalink

    65. affacciarsi dalla strada di Calamosca e fermarsi ad osservare il mare al tramonto sperando di vedere i delfini che si tuffano…
    66. cenare all’hotel Calamosca a giugno quando c’è ancora luce godendosi il panorama al tramonto
    67. una corsa al Poetto a fine ottobre quando il mare è calmo e una bella nuotata …se non prendi il raffreddore torni in pace con il mondo
    68. una passeggiata in via Roma lato porto la domenica mattina
    69. osservare da Viale Europa la colonia di Fenicotteri dopo la schiusa delle uova quando ci sono anche i piccoli
    70. assistere ad un concerto nella Chiesa di San Saturnino
    71. una visita alla chiesa di Bonaria

    Risposta
  • 30/04/2013 in 14:50
    Permalink

    Oddio! io la 66 l’ ho fatta (anche la 22, ma non mi è piaciuto il gulasch), alla 66 ero col mio fidanzato, e a fianco a noi…. c’era Paolo Fresu, ancora coi capelli lunghi e la coda.
    Bei ricordi. Era un Primo Maggio.

    Risposta
  • Pingback:Da un teaser su Cagliari all’altro

  • 08/07/2013 in 11:22
    Permalink

    72. Fare un bel giro in bici al parco Molentargius al tramonto..
    73. Andare da Manuel in piena notte a mangiare una pasta calda appena fatta!
    74. Mangiare il gelato (gusto taralluccio) da Fresca voglia in via della pineta
    75. Fare un giro al Parco della Musica e assistere ai concerti serali fino al 3 agosto!
    76. Mangiare la sera un cornetto da Cornelio
    77. Ballare alle Milonghe del Bastione
    78. Fare la scalinata del bastione in salita ubriachi! :p
    79. Dopo aver mangiato cornetto gelato e pasterella, farsi una bella corsetta lungo tutto il poetto!

    Risposta
  • 08/08/2013 in 10:14
    Permalink

    Tantissime di queste cose si possono fare in molti altri posti del mondo…
    Non sono così esclusive.

    Sorry

    Risposta
    • 09/08/2013 in 17:19
      Permalink

      Alla prima lettura mi sono trovato del tutto d’accordo con te. Ci sono nella lista cose in fondo poco “caratteristiche”. D’altra parte se sei a Cagliari che fai? Non va in un certo ristorante o in un certo posto perché si può fare anche altrove? Intanto che sei a Cagliari e hai la possibilità, approfittane…

      Vorrei dire un’altra cosa, perché forse c’è un altro equivoco: da nessuna parte questo articolo cerca di dire che Cagliari è speciale, è “migliore”, che quell’esperienza suggerita funziona meglio a Cagliari che da qualunque altra parte: sono sole le cose che a certi cagliaritani piace fare e che suggeriscono a tutti. Casomai è nella combinazione di tutto: presenza del mare, panorami, cibo, clima e ambiente che Cagliari trova la sua peculiarità.

      Risposta
    • 07/03/2014 in 20:53
      Permalink

      È il posto che conta, infatti… È Cagliari.

      Risposta
  • Pingback:Primo anniversario

  • Pingback:Cosa da fare a Cagliari in questo periodo

  • 07/03/2014 in 17:56
    Permalink

    80) Andare da Taz e da Lello
    81) Vaneggiare con Tom, il tipo baffuto che fuma le marlboro e tutti gli altri personaggi caratteristici che tutti noi amiamo.
    82) Le pizzette di X-Pizza
    84) Vedere sig. Basilio rotto in mensa (solo per universitari)
    83) Andare al bottellon a Buoncammino <3

    Risposta
  • Pingback:Posti dove vado a mangiare e bere | La casa di Roberto

  • Pingback:Ringraziamenti annuali (i soliti, ma sinceri) | La casa di Roberto

  • 09/09/2015 in 17:48
    Permalink

    84) Mangiare una pizza al Porcile
    85) Comprare alle 2 di mattina le ichnusa da 66cc da Fragu e merda
    86) Le discussioni in via Dante su quale sia la pizzetta migliore
    87) Le mummie della chiesa di Bonaria
    88) Delle birre ancora fresche, una chitarra scordata, una canna che gira, alcuni amici. Sulla spiaggia del Poetto.

    Risposta
  • Pingback:COSE DA FARE A CAGLIARI ALMENO UNA VOLTA NELLA VITA | SARDEGNA REMIX

  • Pingback:Cagliari: cosa fare e vedere assolutamente. La mia top 5 - Tasting the World

  • Pingback:Messaggi Facebook che non sapete di avere – La casa di Roberto

  • Pingback:In viaggio col camper da Cagliari lungo la costa occidentale della Sardegna. Consigli? – La casa di Roberto

  • Pingback:Grazie a voi – La casa di Roberto

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:

Questo sito usa cookie o permette l'uso di cookie di terze parti per una vasta serie di funzionalità, senza le quali non potrebbe funzionare con altrettanta efficacia. Se prosegui nella navigazione, scorri questa pagina, clicchi sui link presenti nel sito, commenti un contenuto, condividi una pagina o un articolo, scarichi un file, visualizzi un video o utilizzi un'altra funzione presente su questo sito stai probabilmente attivando un cookie e acconsenti quindi implicitamente all'utilizzo di cookie. Per capirne di più o negare il consenso leggi la cookie policy - e le informazioni sulla osservanza della GDPR

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi