Chi riuscite a tirar fuori dal cappello?

Mi serve un piccolo aiuto. L’ho chiesto ai Fabbricastorie, ma quelli nicchiano, così mi rivolgo a tutti.Cavaliere francese e spada cinese

Mi servono personaggi medievali.

Personaggi storici, non inventati. Ho bisogno di raccoglierne in buon numero, ma non vorrei redigere io l’elenco, perché vorrei uscire un po’ dai miei soliti confini.

Potreste fare lo sforzo di indicarmene almeno uno nei commenti? Il primo che vi viene in mente.

Siccome mi serve anche capire il ragionamento che avete fatto, mi servirebbe che seguiate un formato del genere

  • Nome
  • Tre aggettivi per descriverlo
  • Breve descrizione (massimo tre righe) che lo caratterizzi in senso narrativo. Occhio: è la vostra interpretazione e lo spunto per inserire il personaggio in una narrazione, non un sunto di storia.

Per esempio:

  • Dante Alighieri
  • Orgoglioso. Intelligentissimo. Rancoroso.
  • Uno degli uomini più illustri della sua generazione, ma paradossalmente poco apprezzato dai suoi concittadini. Esiliato, fu costretto ad accompagnarsi a uomini inferiori che disprezzava. Non rivide più la sua patria.

Vanno bene senza troppi problemi personaggi antichi e rinascimentali. Per i moderni e contemporanei serve che li descriviate in maniera non connotata rispetto alla loro epoca; per esempio:

  • Giulia Mesa
  • Intrigante. Potentissima. Devota alla famiglia imperiale e all’impero.
  • Cognata, zia e nonna di imperatori fu per almeno due generazioni il vero potere dietro il trono, decidendo il destino di nobili e imperatori senza mai detenere ufficialmente il potere.

oppure:

  • Albert Einstein
  • Geniale. Affascinante. Famosissimo.
  • Dotato della fama di uomo più geniale della sua generazione fu stimato, vezzeggiato e imitato; sostenne cause pubbliche di riforma sociale, ma la sua vita familiare fu meno irreprensibile della sua condotta pubblica.

Coraggio. Vi sarò sempre grato dell’aiuto. Se mai pubblicherò il gioco (seeee) metterò il vostro nome nei ringraziamenti.

Facebook Comments

14 pensieri riguardo “Chi riuscite a tirar fuori dal cappello?

  • 07/07/2016 in 18:07
    Permalink

    nicolau eymerich, frate domenicano.
    crudele, misogino, colto
    inquisitore del regno di aragona e redattore di un manuale dell’inquisizione.

    Rispondi
  • 07/07/2016 in 18:18
    Permalink

    Till Eulespinguel
    Geniale ironico creativo
    Eterno studente giramondo, nullafacente, abile truffatore che fece della goliardia un’arte, raggirando in punto di morte persino il demonio

    Rispondi
  • 07/07/2016 in 18:55
    Permalink

    Giovanna D’Arco
    Visionaria, di fede incrollabile e ingenuita’ contagiosa.
    Povera e mite ragazzetta contadina. Sconvolse un mondo governato dai giochi di potere di uomini violenti e scaltri. Analfabeta, piego’ alla sua allucinata volonta’ nobili e sovrani. Comando’ intere armate in sanguinose battaglie e crudelissimi assedi. Invento’ la Francia. La chiesa la disse eretica, martire e santa.

    Rispondi
    • 08/07/2016 in 09:45
      Permalink

      Grazie Domenico: per il gusto del confronto questa è la Giovanna D’Arco proposta da Eliana Olivieri sul sito della Locanda delle Arti Fantastiche:

      Giovanna d’Arco.
      Vergine, eretica, carismatica.
      La contadina analfabeta che guidò eserciti, sconfisse gli inglesi e morì bruciata sul rogo perché una vittoria in nome di Dio ottenuta da una donna può essere avvenuta solo per mano del Diavolo.

      Rispondi
  • 07/07/2016 in 20:02
    Permalink

    Callimaco di Cirene:
    erudito, innovatore, catalogatore.
    Vissuto nel III secolo a.C. alla corte dei Tolomei, illustre filologo, compilò il catalogo (circa 120 volumi) delle opere greche contenute nella biblioteca di Alessandria. Radicalmente critico verso il modo tradizionale di scrivere poesia rivoluzionò il sistema letterario greco rifiutandone i canoni, contaminando i generi e creandone di nuovi. La sua poetica influenzò profondamente i poeti latini tardo repubblicani e augustei che lo assorbirono e lo rielaborarono ponendo di fatto le basi per la moderna letteratura occidentale.

    Rispondi
    • 08/07/2016 in 09:45
      Permalink

      Grazie Eli. Se lo dovessi trasformare in modo più narrativo?

      Rispondi
      • 09/07/2016 in 00:07
        Permalink

        mh… possono esserci diversi elementi, anche se non so se ti bastano: il suo rapporto con la biblioteca, con quel lavoro davvero impressionante anche se pare che non sia mai stato ufficialmente bibliotecario; la sua posizione molto prestigiosa a corte, soprattutto dopo la composizione della Chioma di Berenice dedicata alla regina Arsinoe, la vis polemica nei confronti degli avversari letterari come nel caso della famosa, ma forse falsa, querelle con Apollonio Rodio sul poema epico. Uno che era sicuro di aver capito tutto (e neanche tanto a torto), che si rivolgeva solo a chi riteneva in grado di ascoltarlo, coltissimo, snobissimo e sicuramente un originalone.

        Rispondi
  • 08/07/2016 in 01:52
    Permalink

    Federico II di Svevia
    Coltissimo poliglotta, imperatore illuminato, esperto falconiere.
    Arricchì ed illuminò la sua epoca, favorendo la cultura e la comprensione fra le popolazioni del suo regno, creò la prima università laica della storia, beffò il Papato e la sua sete di sangue conquistando Gerusalemme con la diplomazia, senza combatttere una sola battaglia. Vero “stupor mundi” della sua epoca, dimostrò che il potere non sempre corrompe.

    Rispondi
    • 08/07/2016 in 09:46
      Permalink

      Grazie Nicola. Se dovessi ri-raccontarlo togliendo i riferimenti storici precisi come lo riscriveresti?

      Rispondi
  • 09/07/2016 in 07:31
    Permalink

    Fortunato, travisato, tormentato
    In parte per la sua abilità, in parte per fortuna, realizza un’invenzione che lo rende ricchissimo. Creata con buone intenzioni, questa viene usata per scopo bellico, e l’inventore passerà il resto della sua vita cercando un modo per “redimersi”, preoccupato di passare alla storia come un mostro.

    Rispondi
    • 09/07/2016 in 18:05
      Permalink

      Scordai di scrivere il none ^_^;; era Alfred Nobel

      Rispondi
  • 09/07/2016 in 12:25
    Permalink

    Chretien de Troyes
    Cortese brillante raffinato
    Poeta della corte di Eleonora d’Aquitania e di sua figlia Maria di Champagne , rimaneggia il ciclo arturiano in una forma originale di narrativa cortese, in cui si fondevano la concezione etica della cavalleria, i miti celtici, i poeti latini.Nel suo Lancillotto , fece un ritratto dissacrante degli sterotipi dell’amor cortese (esaltava invece l’amore coniugale e la maturazione della coppia come ideale) ma , per un ironico destino, non fu compreso e proprio il suo Lancillotto dicenne l’archetipo del vero amante

    Rispondi
  • 09/07/2016 in 17:14
    Permalink

    Howard Phillips Lovecraft

    Visionario, materialista, fobico

    Scrittore moderatamente apprezzato in vita, ma idolatrato dopo la sua morte. Unendo le sue nevrosi alle suggestioni di “pochi” scrittori prima di lui, come un alchimista delle storie, diede vita a un cambio di prospettive rivoluzionario nell’ambito della letteratura fantastica, gettando le fondamenta di un mito moderno, ma dal sapore ancestrale.

    Rispondi
  • 09/07/2016 in 18:06
    Permalink

    Yuri Gagarin

    Carismatico, iconico, stanco?
    Abile e preparato, ma anche molto estroverso e socievole, viene scelto per una missione che lo consegnerà alla storia. Leggenda vuole che sia stato preferito ad un collega altrettanto preparato perché di carattere più aperto e meglio adatto a divenire una icona nazionale e mondiale. Il che accade, puntualmente, a missione completata.
    Muore giovane in un incidente, ma se fosse un romanzo potremmo pensare che abbia inscenato la propria morte per poter tornare ad una vita normale.

    Rispondi

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:

Questo sito usa cookie o permette l'uso di cookie di terze parti per una vasta serie di funzionalità, senza le quali non potrebbe funzionare con altrettanta efficacia. Se prosegui nella navigazione, scorri questa pagina, clicchi sui link presenti nel sito, commenti un contenuto, condividi una pagina o un articolo, scarichi un file, visualizzi un video o utilizzi un'altra funzione presente su questo sito stai probabilmente attivando un cookie e acconsenti quindi implicitamente all'utilizzo di cookie. Per capirne di più o negare il consenso leggi la cookie policy - e le informazioni sulla osservanza della GDPR

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi