Narrazioni appropriate

Prometto che poi non parlo (quasi) più di Brexit.

brexit-foreignPerò riflettevo ieri, alla caduta dell’ennesima testa (quella di Farage, dopo Cameron, Corbyn, Johnson e un po’ di minori le cui ambizioni sono state spente sul nascere) che per raccontarla ci sarebbero tante narrazioni già pronte molto appropriate.

Al circolo Me-Ti per iniziare il dibattito ho usato la figura della catastrofe: l’esito rovinoso e la rivoluzione assoluta che man mano ogni cosa divora e dalla quale nessuno è immune, chi l’ha creata e chi l’ha subita, Cameron e Johnson, Corbyn e Farage, chiunque sia nella stanza sebbene sia seduto in angoli opposti. Un po’ come nel finale dell’Amleto: la finta pazzia di Amleto fa morire Ofelia, quindi c’è il famoso duello: prima muore Gertrude, poi muore Laerte, poi Claudio, poi Amleto, alla fine arriva Fortebraccio e muore direttamente il regno.

Non è una brutta chiave di lettura.

Brexit Game of thronesOppure si può pensare a Game of Thrones (spero che apprezzerete l’eleganza con la quale saltabecco da Shakespeare alla TV di largo consumo): tutti sono armati contro tutti, e i tradimenti si sprecano: Cameron è estromesso e mandato in esilio; a Grande Inverno Laburista i vassalli degli Stark tradiscono il loro legittimo signore Corbyn e si dividono prontamente su chi debba essere Re del Nord; oltre la Barriera gli scozzesi si armano; nel frattempo ad Approdo del Re Ditocorto Gove finge di appoggiare le pretese al trono di Boris Johnson ma poi lo pugnala alle spalle su suggerimento della moglie mentre le altre casate Tory cominciano ciascuna ad avanzare i propri pretendenti…

Asterix e goti 2Anche questa non è una cattiva chiave di lettura. A dir la verità prima di Game of Thrones mi è venuta in mente una storica vignetta di Asterix sulla successione dei Re Goti che si prendono a martellate sulla testa: Duracervico venne spodestato da Grugnosferico a cui successe Enterico che venne scacciato da Elettrico che venne sconfitto da Cloridrico che perì per mano di Teleferico che venne sfidato da Stallatico…

Quella che invece non mi convince, come chiave di lettura, e che infatti narrativamente non funziona, è quella per la quale se la sono fatta sotto. È una narrazione diffusa e anche autorevole – per dire, l’ho trovata anche sul New Yorker – ma non funziona perché non può includere, al momento, Corbyn o Cameron né la lunga fila di uomini politici che si dispongono a prenderne il posto e dispostissimi a gestire la Brexit, in un modo o nell’altro.

Facebook Comments

2 pensieri riguardo “Narrazioni appropriate

  • 05/07/2016 in 15:52
    Permalink

    Ciao Roberto.
    Corbyn non si e’ dimesso, I suoi avversari nel partito (quasi tutti i parlamentari) dicono che sarebbe improponibile come primo ministro, ma nessuno di loro ha la minima prospettiva di batterlo in un “leadership contest”.
    Nel partito Labour sono i tesserati a scegliere il leader. Se ci fosse una nuova votazione probabilmente Corbyn vincerebbe di nuovo, nonostante l’ostracismo dei parlamentari del suo partito.
    La reazione di Corbyn alle dimissioni di gran parte del suo governo ombra e’ stata quella di nominare un nuovo governo ombra e andare avanti…

    L’articolo seguente e’ di oggi e descrive quello che sta succedendo nel Labour (ovviamente e’ l’opinione del giornalista e non un fatto, ma devo dire che condivido).

    https://www.theguardian.com/commentisfree/2016/jul/05/political-establishment-momentum-jeremy-corbyn

    PS – spero di leggere ancora molto da te sulla Brexit…

    Rispondi
    • 05/07/2016 in 16:23
      Permalink

      Ciao Domenico, lo sapevo e tutto sommato condivido l’opinione di Mason che sia impossibile che la fazione “liberale” del Labour sposti la linea politica del partito, ma sulla capacità di Corbyn di andare avanti sono un po’ più scettico di te (comunque è catastrofe anche questa, un partito secolare spezzato e in convulsione come mai prima).

      Rispondi

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:

Questo sito usa cookie o permette l'uso di cookie di terze parti per una vasta serie di funzionalità, senza le quali non potrebbe funzionare con altrettanta efficacia. Se prosegui nella navigazione, scorri questa pagina, clicchi sui link presenti nel sito, commenti un contenuto, condividi una pagina o un articolo, scarichi un file, visualizzi un video o utilizzi un'altra funzione presente su questo sito stai probabilmente attivando un cookie e acconsenti quindi implicitamente all'utilizzo di cookie. Per capirne di più o negare il consenso leggi la cookie policy - e le informazioni sulla osservanza della GDPR

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi