Tempo di Avvento, tempo di lectio

Il 21 dicembre prossimo, alle 21,00, il gruppo La Pira farà la sua lectio di Natale abituale, su Zoom. Come al solito, chi si vuole unire a noi può contattarci liberamente. Per tutti gli altri posto qui i materiali che utilizzeremo, nel caso volessero ripetere l’esperienza personalmente o con altri gruppi. Il nostro metodo, che è sia consolidato che abbastanza peculiare al nostro gruppo (non mi è mai capitato di sentire che altri facciano allo stesso modo, anche se immagino ce ne siano millemila) è spiegato in questo vecchio articolo, lo segnalo perché quello che trovate qui sotto non è sufficiente per celebrare efficacemente la lectio, senza le spiegazioni che trovate lì; altri link e siti di riferimento da esplorare sono citati via via negli articoli dedicati alle lectio precedenti.

Ah, solo una nota: era molto divertente cercare ogni volta un’opera d’arte di padre Rupnik diversa che servisse da commento al brano, ma anno liturgico nuovo pittore nuovo: quest’anno solo artisti barocchi.

Il brano

Michelangelo Merisi da Caravaggio, San Giovanni Battista sdraiatoPubblico dominio

Dal Vangelo secondo Giovanni (Gv 1,1-18)

In principio era il Verbo,
e il Verbo era presso Dio
e il Verbo era Dio.
Egli era, in principio, presso Dio:
tutto è stato fatto per mezzo di lui
e senza di lui nulla è stato fatto di ciò che esiste.
In lui era la vita
e la vita era la luce degli uomini;
la luce splende nelle tenebre
e le tenebre non l’hanno vinta.
Venne un uomo mandato da Dio:
il suo nome era Giovanni.
Egli venne come testimone
per dare testimonianza alla luce,
perché tutti credessero per mezzo di lui.
Non era lui la luce,
ma doveva dare testimonianza alla luce.
Veniva nel mondo la luce vera,
quella che illumina ogni uomo.
Era nel mondo
e il mondo è stato fatto per mezzo di lui;
eppure il mondo non lo ha riconosciuto.
Venne fra i suoi,
e i suoi non lo hanno accolto.
A quanti però lo hanno accolto
ha dato potere di diventare figli di Dio:
a quelli che credono nel suo nome,
i quali, non da sangue
né da volere di carne
né da volere di uomo,
ma da Dio sono stati generati.
E il Verbo si fece carne
e venne ad abitare in mezzo a noi;
e noi abbiamo contemplato la sua gloria,
gloria come del Figlio unigenito
che viene dal Padre,
pieno di grazia e di verità.
Giovanni gli dà testimonianza e proclama:
«Era di lui che io dissi:
Colui che viene dopo di me
è avanti a me,
perché era prima di me».
Dalla sua pienezza
noi tutti abbiamo ricevuto:
grazia su grazia.
Perché la Legge fu data per mezzo di Mosè,
la grazia e la verità vennero per mezzo di Gesù Cristo.
Dio, nessuno lo ha mai visto:
il Figlio unigenito, che è Dio
ed è nel seno del Padre,
è lui che lo ha rivelato.

Commenti utilizzabili

Per i commenti, continuo a utilizzare il sistema di dividerli per categorie a seconda dell’ampiezza e dello stile espositivo, in modo da facilitare la scelta:

Schemi di lectio con spiegazione puntale del brano:

  • sul sito Meditare la Parola una spiegazione esaustiva versetto per versetto con alcuni materiali aggiuntivi per la preghiera e la riflessione;
  • sul sito dei Padri Carmelitani un commento dettagliato anche se non propriamente versetto per versetto e materiali aggiuntivi per la lectio (domande, testi di preghiera);
  • sul sito del Monastero Matris Domini un commento versetto per versetto., con brevi domande finali.

Spiegazioni ampie con richiami ad altre parti della Bibbia:

  • sul sito dei Gesuiti di Villapizzone, un commento in due ampie parti a cura di padre Filippo Clerici e padre Silvano Fausti;
  • sul sito dell’Abbazia di Pulsano, un ampio ed esaustivo commento (essendo tratto dal commento alla II domenica del tempo di Natale dell’Anno A, le altre letture non corrispondono, ma certo aiutano a meglio comprendere il brano).

Commenti dal taglio esegetico spirituale:

  • sui sito del monastero di Bose, un commento di Enzo Bianchi;
  • ancora sul sito di Bose, un altro commento di Enzo Bianchi, che riflette sul mistero dell’Incarnazione;
  • una terza riflessione di Enzo Bianchi, ancora dal sito di Bose;
  • sempre sul sito di Bose, un commento più ampio del priore Luciano Manicardi;
  • sul sito Studi biblici, un commento di padre Alberto Maggi;
  • sempre sul sito Studi biblici, un secondo commento di padre Maggi;
  • ancora sul sito Studi biblici, un terzo commento, più breve dei precedenti;
  • sul sito La parte buona, un commento di Giulio Michelini.

Altro:

  • sul sito Giovani e missione un lungo commento di taglio vocazionale/morale, utile per per il discernimento personale.
Michelangelo Merisi da Caravaggio, Natività coi santi Lorenzo e Francesco – upload by Cuppoz, Pubblico dominio

Altri materiali utili per ciascun passo della lectio

L’intero testo della Liturgia della Parola si trova sul sito de LaChiesa.it (per la Messa del giorno scorrere fino alla fine).

Per iniziare

Antifona d’ingresso

Un bambino è nato per noi,
ci è stato dato un figlio.
Sulle sue spalle è il potere
e il suo nome sarà:
Consigliere mirabile.

oppure

si può ascoltare o eseguire il canto Dal tronco di Iesse

Dal tronco di Jesse germoglierà
un nuovo virgulto domani
dalle sue radici si eleverà
un albero nuovo (x2)

Su di lui scenderà lo Spirito di Dio,
gli regalerà i suoi ricchi doni:
consiglio e sapienza, scienza e fortezza,
santo timore di Dio.

Non giudicherà per le apparenze,
non deciderà per sentito dire;
ai poveri poi darà con larghezza,
farà giustizia agli oppressi.

Ed il lupo e l’agnello in pace vivranno,
saranno amici la mucca e il leone,
ed un fanciullo li guiderà,
pascoleranno insieme.

Invocazione allo Spirito prima della lectio

Invocazione allo Spirito della Comunità di Bose

Signore, noi ti ringraziamo
perché ci hai riuniti alla tua presenza
per farci ascoltare la tua Parola
in essa tu ci riveli il tuo amore
e ci fai conoscere la tua volontà.

Fa tacere in noi ogni altra voce
che non sia la tua,
e perché non troviamo condanna
nella tua Parola
letta ma non accolta,
meditata ma non amata,
pregata ma non custodita,
contemplata ma non realizzata,
manda il tuo Spirito Santo
ad aprire le nostre menti
e a guarire i nostri cuori.

Solo così il nostro incontro
con la tua Parola
sarà rinnovamento dell’alleanza,
comunione con te e il Figlio
e lo Spirito santo,
Dio benedetto nei secoli dei secoli.
Amen.

Al termine della contemplatio

Is 61,13,6-8

Lo spirito del Signore Dio è su di me,
perché il Signore mi ha consacrato con l’unzione;
mi ha mandato a portare il lieto annuncio ai miseri,
a fasciare le piaghe dei cuori spezzati,
a proclamare la libertà degli schiavi,
la scarcerazione dei prigionieri,
a promulgare l’anno di grazia del Signore,
il giorno di vendetta del nostro Dio,
per consolare tutti gli afflitti,
per dare agli afflitti di Sion
una corona invece della cenere,
olio di letizia invece dell’abito da lutto,
veste di lode invece di uno spirito mesto.
Essi si chiameranno querce di giustizia,
piantagione del Signore, per manifestare la sua gloria.
Voi sarete chiamati sacerdoti del Signore,
ministri del nostro Dio sarete detti.
Vi nutrirete delle ricchezze delle nazioni,
vi vanterete dei loro beni.
Perché io sono il Signore che amo il diritto
e odio la rapina e l’ingiustizia:
io darò loro fedelmente il salario,
concluderò con loro un’alleanza eterna.
9Sarà famosa tra le genti la loro stirpe,
la loro discendenza in mezzo ai popoli.
Coloro che li vedranno riconosceranno
che essi sono la stirpe benedetta dal Signore.

Si può anche ascoltare o eseguire il canto del maestro Comi.

Per la conclusione dell’incontro

O Dio, che in modo mirabile
ci hai creati a tua immagine e in modo più mirabile
ci hai rinnovati e redenti,
fa’ che possiamo condividere la vita divina del tuo Figlio,
che oggi ha voluto assumere la nostra natura umana.
Egli è Dio, e vive e regna con te,
nell’unità dello Spirito Santo,
per tutti i secoli dei secoli.

Facebook Comments

Un pensiero su “Tempo di Avvento, tempo di lectio

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:

Questo sito usa cookie o permette l'uso di cookie di terze parti per una vasta serie di funzionalità, senza le quali non potrebbe funzionare con altrettanta efficacia. Se prosegui nella navigazione, scorri questa pagina, clicchi sui link presenti nel sito, commenti un contenuto, condividi una pagina o un articolo, scarichi un file, visualizzi un video o utilizzi un'altra funzione presente su questo sito stai probabilmente attivando un cookie e acconsenti quindi implicitamente all'utilizzo di cookie. Per capirne di più o negare il consenso leggi la cookie policy - e le informazioni sulla osservanza della GDPR

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi