Il contrario della pagina bianca

Credo che tutti conoscano il blocco dello scrittore, il complesso della pagina bianca.

Ultimamente soffro del contrario: ho il complesso della pagina nera. Scrivo paginate su paginate di testo (per me non è mai stato un problema essere prolisso, come sapete), arrivo alle ultime cinque righe e mi chiedo: «Ma che ho scritto? Che sto dicendo?», e decido di non pubblicare l’articolo.

Oggi ero un po’ esasperato: con l’allerta meteo che mi aveva fatto rimanere a casa avevo sperato di fare due articoli – a me scrivere sul blog piace – e tutti e due li ho salvati nella cartella delle bozze, dalla quale non si esce più, mai più. Guardavo l’elenco delle bozze lasciate a dormire nelle ultime settimane – una marea – e un po’ mi ha preso lo sconforto.

Poi ho pensato: meglio che essere pomposi. Cioè, un po’ pomposo sospetto di esserlo comunque, ma magari così mi salvo: non è che il mondo ha proprio bisogno di me come scrittore e se un testo già non convince me è probabile che al resto del mondo sembri pontificare.

È un blocco dello scrittore! lo metti sul banco e ti impedisce di scrivere.

E poi ho pensato che c’era un po’ di snobismo anche in questo: io non sono come quelli che aprono la bocca su tutto, e così mi sono inoltrato nell’autocritica dell’autocritica, che vi risparmio. Alla fine la mia giuria personale è addivenuta a un compromesso: il complesso della pagina nera è sì una malattia, m almeno è benigna!

Facebook Comments

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:

Questo sito usa cookie o permette l'uso di cookie di terze parti per una vasta serie di funzionalità, senza le quali non potrebbe funzionare con altrettanta efficacia. Se prosegui nella navigazione, scorri questa pagina, clicchi sui link presenti nel sito, commenti un contenuto, condividi una pagina o un articolo, scarichi un file, visualizzi un video o utilizzi un'altra funzione presente su questo sito stai probabilmente attivando un cookie e acconsenti quindi implicitamente all'utilizzo di cookie. Per capirne di più o negare il consenso leggi la cookie policy - e le informazioni sulla osservanza della GDPR

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi