Un breve e bizzarro avviso terminologico

Roberto SeddaUna delle cose che mi piace moltissimo dei soci spagnoli di Banca Etica è che usano con grandissima facilità una parola che in italiano ha conosciuto una sfortuna crescente: compañero, compagno, e che evidentemente da loro ha resistito meglio alle avversità della storia.

E quindi ho deciso che se lo fanno loro lo posso fare anch’io: d’ora in poi il  mio termine ufficiale per rivolgermi ad altri dentro la Banca (e credo anche altrove, quanto meno fra i Fabbricastorie) sarà compagno o compagna. Senza troppi riferimenti politici (diciamo: giusto un pochino).

Dopotutto se c’è chi risuscita il cittadino possiamo ben accelerare il flusso della storia e passare direttamente ai “compagni” (sperando magari di poter saltare i camerati).

E quindi,  compagni e compagne, siete avvisati.

Facebook Comments

Un pensiero su “Un breve e bizzarro avviso terminologico

  • 04/03/2014 in 16:30
    Permalink

    Bene!
    Come suona compagna Bonaria?

    Rispondi

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:

Questo sito usa cookie o permette l'uso di cookie di terze parti per una vasta serie di funzionalità, senza le quali non potrebbe funzionare con altrettanta efficacia. Se prosegui nella navigazione, scorri questa pagina, clicchi sui link presenti nel sito, commenti un contenuto, condividi una pagina o un articolo, scarichi un file, visualizzi un video o utilizzi un'altra funzione presente su questo sito stai probabilmente attivando un cookie e acconsenti quindi implicitamente all'utilizzo di cookie. Per capirne di più o negare il consenso leggi la cookie policy - e le informazioni sulla osservanza della GDPR

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi