Elite razionaliste

Non riuscivo a capire che cosa ci fosse di poco convincente nell’articolo di Ida Dominijanni su Internazionale dedicato alla crisi politica, che molti dei miei contatti hanno condiviso in giro per la rete, finché non mi è capitato di veder condividere l’altrettanto interessante articolo di Carmelo Palma su Strade.

E lui che avrebbe detto? Boh

La convergenza fra le impostazioni culturali dei due autori, che dovrebbero essere in teoria piuttosto diverse, segnala sostanzialmente la difesa dello status quo come unico orizzonte possibile (so che entrambi gli autori protesterebbero, ma è così). Emerge una incapacità di alzare lo sguardo, oltre la democrazia liberale, oltre la razionalità politica dei salotti, oltre la barriera contro i movimenti emergenti etichettati tutti sbrigativamente come sovranismi e populismi, oltre la difesa dell’alleanza atlantica, oltre l’invocazione delle lotte per i diritti civili ignorando i diritti sociali.

Li accomuna essere entrambi élite, insomma.

Facebook Comments

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:

Questo sito usa cookie o permette l'uso di cookie di terze parti per una vasta serie di funzionalità, senza le quali non potrebbe funzionare con altrettanta efficacia. Se prosegui nella navigazione, scorri questa pagina, clicchi sui link presenti nel sito, commenti un contenuto, condividi una pagina o un articolo, scarichi un file, visualizzi un video o utilizzi un'altra funzione presente su questo sito stai probabilmente attivando un cookie e acconsenti quindi implicitamente all'utilizzo di cookie. Per capirne di più o negare il consenso leggi la cookie policy - e le informazioni sulla osservanza della GDPR

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi