Amy Sullivan

Amy SullivanAmy è un fascio di nevrosi, una mentitrice patologica e una manipolatrice senza scrupoli. Ma chi volesse cercare una spiegazione di tutto questo nelle esperienze della sua infanzia o in qualche esperienza specifica correrebbe il rischio di vagare a vuoto.

Qual è il passato di Amy? Nessuno, ed è questo il suo problema.
Alle spalle ha una famiglia benestante, soddisfatta, molto americana: madre, padre, due sorelle. Amy studiava e d’estate arrotondava vendendo profumi e promuovendo eventi. E allora com’è che all’università di è progressivamente trasformata da studentessa modello, cheerleader e reginetta del ballo a un cumulo di nevrosi? Non si sa: semplicemente è accaduto: le ha sempre avute, le nevrosi, ma finchè stava con i suoi le mascherava. Man mano che è vissuto in un suo appartamentino da sola è andata sempre più sotto controllo, come una scheggia impazzita: e parecchi cavalieri serventi si sono scoperti non i principi azzurri che credevano ma dei semplici zerbini.

La scheda di gioco di Amy sarà pubblicata prossimamente

Cosa gli è successo sinora

Amy ha messo in moto la campagna suggerendo a Elijah di sottrarre l’archivio al suo fidanzato e costituire una società per la ricerca del prezioso carico di un galeone scomparso. Nel mentre Amy tentava di sedurre Ludomirs per fargli eliminare il fidanzato. Quando Elijah si è accorto delle macchinazioni di Amy ha tagliato i ponti con lei, partendo da solo alla ricerca del tesoro. Non ci sono notizie dei movimenti di Amy, ma siamo sicuri che prima o poi ricomparirà, nel momento peggiore e quando potrà fare più danni.

Credits

Special thanks a Francesca Conforti. L’attrice che interpreta Amy è Claire Coffee.

Facebook Comments

Un pensiero riguardo “Amy Sullivan

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:

Questo sito usa cookie o permette l'uso di cookie di terze parti per una vasta serie di funzionalità, senza le quali non potrebbe funzionare con altrettanta efficacia. Se prosegui nella navigazione, scorri questa pagina, clicchi sui link presenti nel sito, commenti un contenuto, condividi una pagina o un articolo, scarichi un file, visualizzi un video o utilizzi un'altra funzione presente su questo sito stai probabilmente attivando un cookie e acconsenti quindi implicitamente all'utilizzo di cookie. Per capirne di più o negare il consenso leggi la cookie policy - e le informazioni sulla osservanza della GDPR

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi