I perduti del ‘900

Ho scoperto per caso sul sito di ARTE una bella serie (fra tante belle cose) intitolata The Lost Ones e dedicata, appunto, ai personaggi perduti del ‘900, cioè dimenticati o mai venuti realmente alla ribalta, nonostante biografie interessanti e talvolta incredibili, o rocambolesche.

I personaggi non sono, in realtà, tutti “perduti” allo stesso modo – per dire, c’è anche Yukio Mishima – ma sono tutti davvero meritevoli di conoscenza e anche un modo piacevole, in fondo, per ripercorrere il ‘900 e riconoscere le tensioni che l’hanno attraversato. Non penso solo alle grandi tragedie storiche ma anche a altri movimenti culturali spesso rimasti sottotraccia: per esempio, la fascinazione per il deserto sahariano e la cultura araba e berbera di Isabelle Eberhardt è la stessa di tanti altri francesi della stessa epoca, a partire da Charles de Foucald o Antoine de Saint-Exupéry, e attraverso loro è stata ereditata da almeno altre due o tre generazioni successive di europei.

I filmati sono brevissimi, giusto sei minuti ciascuno. Una piacevole pillola quotidiana di storia.

Facebook Comments

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:

Questo sito usa cookie o permette l'uso di cookie di terze parti per una vasta serie di funzionalità, senza le quali non potrebbe funzionare con altrettanta efficacia. Se prosegui nella navigazione, scorri questa pagina, clicchi sui link presenti nel sito, commenti un contenuto, condividi una pagina o un articolo, scarichi un file, visualizzi un video o utilizzi un'altra funzione presente su questo sito stai probabilmente attivando un cookie e acconsenti quindi implicitamente all'utilizzo di cookie. Per capirne di più o negare il consenso leggi la cookie policy - e le informazioni sulla osservanza della GDPR

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi