Armi italiane in Turkmenistan

Dopo l’articolo di ieri mi sono messo a leggere meglio il sito di giornalismo investigativo Bell¿ngcat, che trovo straordinario e di cui mi chiedo come ho fatto a vivere senza.

Fra le altre cose, guarda caso, trovo un articolo sulle forniture di armi italiane al Turkmenistan, uno dei paesi più oppressivi al mondo.

I punti essenziali dell’articolo sono due: da una parte la struttura volutamente oscura del rapporto al Parlamento sulle forniture di armi all’estero, come previsto dalla legge 185, e poi il fatto che utilizzando fonti di informazione liberamente disponibili le forze armate del Turkmenistan risultano in possesso di materiali e armamenti per i quali i giornalisti non sono riusciti a trovare autorizzazioni (che non è proprio una cosina da poco).

Sul secondo punto non dico niente, è già evidente da solo. Sul primo osservo che il governo del cambiamento, che vuole cambiare la 185 per renderla più efficace, se veramente ci tiene potrebbe fare già un bel lavoro a costo zero mettendo nel rapporto tabelle comprensibili e valutabili.

Facebook Comments

Un pensiero riguardo “Armi italiane in Turkmenistan

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:

Questo sito usa cookie o permette l'uso di cookie di terze parti per una vasta serie di funzionalità, senza le quali non potrebbe funzionare con altrettanta efficacia. Se prosegui nella navigazione, scorri questa pagina, clicchi sui link presenti nel sito, commenti un contenuto, condividi una pagina o un articolo, scarichi un file, visualizzi un video o utilizzi un'altra funzione presente su questo sito stai probabilmente attivando un cookie e acconsenti quindi implicitamente all'utilizzo di cookie. Per capirne di più o negare il consenso leggi la cookie policy - e le informazioni sulla osservanza della GDPR

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi