Modi diversi di vedere le cose

Oggi, credo per la prima volta in vita nostra, sia io che Maria Bonaria siamo nello stesso giorno in malattia dal lavoro.

La verità è che siamo profondamente raffreddati da un paio di giorni e ci aggiriamo per casa tossendo a ogni momento e Maria Bonaria, che è prudente, ha detto: «Sarebbe meglio che restassimo a casa». Io non volevo, perché le lauree non si fanno da sole e anche circa un altro milione di cose ma poi ieri avevo due lineette di febbre e mi sono lasciato convincere a chiamare il medico, per evitare malanni peggiori in seguito.

Poi stamattina pioveva a dirotto e ho pensato che se mi bagnavo mi veniva davvero la polmonite, e un po’ mi sono convinto di aver fatto la scelta giusta, anche se continuo a pensare che essere malati inizi a almeno 38° di febbre (devo essere un maschio anomalo).

E un po’ a questa situazione di malattia ha contribuito anche il subcomandante Marcos, che è da due giorni che ci fornisce pranzo e cena, poveretti, pasti che consistono in cose tipo riso bollito e minestrine di zucca: si vede che da fuori suscitiamo veramente compassione

Ecco, poi ieri mi sono fatto a cena due hamburger e la scarola rosolata, che va bene essere malati ma magari volevo un po’ di sostanza e lei forse l’ha intuito, infatti oggi ci ha portato la pasta alla Norma (adesso, non diteglielo, ma il subcomandante Marcos è una sorella gentilissima).

Ma in realtà tutta questa è la premessa. Quello che volevo dire è che a un certo punto oggi ho pensato, come dicevo, che è la prima volta in vita nostra che io e Bonaria siamo malati lo stesso giorno.

Non so se in altri anni avrei pensato che la cosa era tenera oppure, boh, l’avrei vista in altro modo.

«Eeeeh, è la vecchiaia», ho pensato questa volta.

Allegria.

Poi per fortuna è arrivata la pasta alla Norma.

Facebook Comments

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:

Questo sito usa cookie o permette l'uso di cookie di terze parti per una vasta serie di funzionalità, senza le quali non potrebbe funzionare con altrettanta efficacia. Se prosegui nella navigazione, scorri questa pagina, clicchi sui link presenti nel sito, commenti un contenuto, condividi una pagina o un articolo, scarichi un file, visualizzi un video o utilizzi un'altra funzione presente su questo sito stai probabilmente attivando un cookie e acconsenti quindi implicitamente all'utilizzo di cookie. Per capirne di più o negare il consenso leggi la cookie policy - e le informazioni sulla osservanza della GDPR

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi