Peronia

Il bisnonno di Maria Bonaria, Antonio Loi, fu uno dei primi pastori fonnesi, a metà dell’Ottocento, a scendere nel Campidano e a stabilircisi permanentemente con le greggi, sfuggendo al meccanismo della transumanza abituale fino a quel tempo.

Si stabilì a Decimoputzu; a quei tempi i collegamenti erano quelli che erano e quindi per diverso tempo a Fonni i parenti rimasero privi di notizie. Lui nel frattempo a Decimoputzu su fece una sua vita e si fidanzò con una ragazza del posto che si chiamava Apollonia, che nella parlata del paese era diventato Apperonia.

Fu così che un giorno la sorella minore, che si chiamava Michela Loi come mia nipote, andò al mercato e incontrò un pastore di ritorno dal Campidano. Tuo fratello, le disse, sta bene, è a Decimoputzu e si è anche fidanzato. La piccola Michela corse a casa a dare la notizia: «Antoni è sposu in Decimeputzu!!». I genitori volevano sapere come si chiamava la sposa, ma Michela se l’era dimenticato suscitando, immagino, un po’ di delusione.

Per fortuna la domenica successiva Michela andò in chiesa e quando il prete intonò Per omnia si ricordò del nome. Dicono le cronache familiari che corse a casa disperatamente ripetendosi peromnia peromnia peromnia peromnia. Arrivo senza fiato: «Si chiama Peronia!».

La carta d’identità del secondo marito di Peronia, zio Giuseppe

È così che la bisnonna è nota ai nipoti tanto come Apperonia che come Peronia, sempre con un ricordo un po’ comico della prozia Michela, della sua corsa e del suo errore, mentre pochissima attenzione viene data al fatto che una che si chiamava Apollonia sia diventata Apperonia, secondo un meccanismo di distorsione fonetica e ortografica tipico dei nostri paesi, per il quale per esempio mia bisnonna, che si chiamava Adelaide, era chiamata da tutti donna Deladia. Ma questa è un’altra storia e sarà raccontata un’altra volta.

Facebook Comments

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:

Questo sito usa cookie o permette l'uso di cookie di terze parti per una vasta serie di funzionalità, senza le quali non potrebbe funzionare con altrettanta efficacia. Se prosegui nella navigazione, scorri questa pagina, clicchi sui link presenti nel sito, commenti un contenuto, condividi una pagina o un articolo, scarichi un file, visualizzi un video o utilizzi un'altra funzione presente su questo sito stai probabilmente attivando un cookie e acconsenti quindi implicitamente all'utilizzo di cookie. Per capirne di più o negare il consenso leggi la cookie policy - e le informazioni sulla osservanza della GDPR

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi