Noi siamo differenti

Ieri ho accompagnato mia madre al Teatro Massimo per le affollate Lezioni di storia organizzate da Laterza. Parlava Eva Cantararella, su Ulisse (in due parole: di rara competenza ma ideologica da morire, fai uno schema teorico e poi ci infili i fatti col martello), ma non è della conferenza che voglio parlare, né del meraviglioso Dante recitato all’inizio, un brano che alle medie avevo imparato a memoria e ora per fortuna ho dimenticato così alle conferenze posso gustarmelo, deliziosamente sorpreso.

Il fatto è che mentre si aspettava l’inizio dietro di me ho sentito il seguente monologo di una voce femminile:

«Fermo… fermo… fatto.

Ecco qui. E adesso scrivo…

… scrivo…

“Con Eva Cantarella al Massimo”

e poi scrivo…

… hashtag selfie diversi

… hashtag noisiamodifferenti…

… hashtag cultura…

… eeee invia».

Bazzico davvero postacci mal frequentati, mi dico.

Facebook Comments

Lascia un commento

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:

Questo sito usa cookie o permette l'uso di cookie di terze parti per una vasta serie di funzionalità, senza le quali non potrebbe funzionare con altrettanta efficacia. Se prosegui nella navigazione, scorri questa pagina, clicchi sui link presenti nel sito, commenti un contenuto, condividi una pagina o un articolo, scarichi un file, visualizzi un video o utilizzi un'altra funzione presente su questo sito stai probabilmente attivando un cookie e acconsenti quindi implicitamente all'utilizzo di cookie. Per capirne di più o negare il consenso leggi la cookie policy

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close