Currently browsing category

Uncategorized

REBLOG: Generazioni fallite e da salvare

Rilancio un articolo di Christian Raimo da Minima&Moralia che riesce, in un testo non troppo lungo, a ricostruire il passaggio – e la sconfitta – di una generazione, quella dei “trenta-quarantenni”, e a parlare di prospettive della politica in Italia, con un tono bello e appassionato. Non tutto è condivisibile (altrimenti …

Siamo alla fine. Adesso si lotta contro il tempo. Mi manca la grafica, il sito della Jam è in crash. Ma tutti sono ormai oltre: nessuno è più preoccupato: come va, va.

Il momento prima di pranzo è il momento topico: ormai quel che  fatto è fatto. A testa bassa si lavora per finire, anche a costo di rinunciare a quel che si poteva fare e che non si è stati capaci, o a quelle caratteristiche del gioco che sembravano tanto belline …

Le quattro del mattino della seconda notte sono il momento del cambio. I ragazzi che hanno resistito fino all’ultimo alla fine cedono. Qualcuno semplicemente poggia la testa sui gomiti e si addormenta così, al tavolo. Altri barcollano fino alla stanza al piano di sopra. Io e Tino, che abbiamo dormito …

Siamo appena stati a prendere una birra coi Fabbricastorie. Una pausa per cambiare aria e dirci fra noi che siamo stati bravi. Sinora. Mentre aspettiamo di mangiare ne approfitto per leggere tutti i messaggi degli altri organizzatori locali su Slack. Scopro che Dubai ha già finito. Tutti, che abbiano già …

Tutti i progetti hannole loro fasi di down. Qui un po’ di stanchezza comincia a farsi sentire, l’idea che sembrava tanto brillante all’inizio non è più così scintillante, un pezzetto fondamentale del gioco non va a posto, le migliorie e le varianti apportate non hanno davvero portato un valore aggiunto …

Il tema della Jam è semplicemente: Onde (“waves”). A proposito di alti e bassi: due ore fa il nostro gioco era fallito e non avevo più squadra. Ora ho un nuovo gioco e un’altra squadra. Non finiremo mai in tempo. Nel frattempo qui ci sono altri sette giochi in preparazione.

Abbiamo appena sentito il tema. È molto bello e difficile (e, al momento, finché non partono anche le Hawaii, segreto). La cosa che mi sta colpendo di più è la forza creativa che si è scatenata: tutti parlano, ci sono capannelli dappertutto, idee che vengono lanciate da una parte all’altra.

Come sapete sono alla Jam. Da qui alla domenica voglio provare un esperimento: faccio brevi status continui, come una specie di microdiario. Vediamo come va.

REBLOG: Numeri che forse nessuno ha notato

Seguo spesso con piacere gli interventi su Facebook di Pietro Pani, che conosco dai tempi della FGCI, cioè quasi quarant’anni, e che poi è stato per un periodo il mio libraio di fiducia. Soprattutto quando parla di politica condivido quasi sempre. Ma oggi sul referendum fa un’analisi che mi sembra particolarmente interessante: …

Questo sito usa cookie o permette l'uso di cookie di terze parti per una vasta serie di funzionalità, senza le quali non potrebbe funzionare con altrettanta efficacia. Se prosegui nella navigazione, scorri questa pagina, clicchi sui link presenti nel sito, commenti un contenuto, condividi una pagina o un articolo, scarichi un file, visualizzi un video o utilizzi un'altra funzione presente su questo sito stai probabilmente attivando un cookie e acconsenti quindi implicitamente all'utilizzo di cookie. Per capirne di più o negare il consenso leggi la cookie policy

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close